concorso scuola secondaria

Concorso ordinario e straordinario per la secondaria di I e II grado: quasi tutto pronto al Miur. Il provvedimento potrebbe essere presentato nel prossimo primo Consiglio dei Ministri utile.

L’obiettivo del Ministro Lorenzo Fioramonti è quello di pubblicare il bando entro fine anno, in modo da espletare le procedure nel corso del 2020 e avere i docenti di ruolo in cattedra dal 1° settembre 2020. I tempi sono molti stringati.

Contemporaneamente dovrebbe essere avviato anche il concorso ordinario.

Posti disponibili

I posti saranno circa 24.000 mila per il concorso ordinario, altrettanti per il concorso straordinario.

Concorso straordinario: requisiti

Al momento i requisiti rimangono quelli già individuati dal decreto approvato ad agosto

  • tre anni di servizio nelle scuole secondarie statali negli ultimi otto anni (dal 2011/12 al 2018/19), in una classe di concorso non ad esaurimento (comprese tra quelle di cui al DPR 19/2016, come modificato dal DM 259/17);
  • uno dei tre anni di servizio deve essere specifico, ossia prestato nella classe di concorso per la quale si partecipa alla procedura

Novità: prova preselettiva ed esame finale

La novità presentata dal Ministro Fioramonti consiste nella prova preselettiva computer based (c’era già nella versione di agosto) ma soprattutto nella prova di esame (la simulazione di una lezione) che il docente che avrà superato la preselettiva dovrà svolgere al termine dell’anno di prova, di fronte al Comitato di valutazione, a cui si aggiungerà un componente esterno. Anche tale esame avrà caratteristiche di selettività.

Concorso ordinario: requisiti

In questo caso i requisiti sono già previsti dal decreto legislativo 59/2017, come modificato dalla Legge di Bilancio 2019

Per accedere ai posti comuni (le classi di concorso a cui dà accesso la propria laurea con piano di studi idoneo all’insegnamento) bisogna essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  • laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Controlla classi di concorso a cui puoi accedere con la tua laurea  oppure
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente oppure
  • laurea più tre annualità di servizio (anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione. Tale requisito è previsto soltanto in prima applicazione; gli aspiranti che ne sono in possesso potranno partecipare al concorso per una delle classi per le quali hanno un anno di servizio).

Per i posti di insegnante tecnico-pratico (ITP) il requisito richiesto sino al 2024/25 è:

  • il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore (tabella B del DPR 19/2016 modificato dal Decreto n. 259/2017).

Per i posti di sostegno: 

Requisiti già indicati per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP più il titolo di specializzazione su sostegno.

Per il concorso ordinario sono previste queste prove

Per la procedura relativa ai posti comuni

  • due prove scritte;
  • una prova orale.

Per i posti di sostegno:

  • una prova scritta;
  • una prova orale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *